Dimmi quanto costi e ti dirò chi sei: l’eredità di Pogba

È tempo di calciomercato, inutile girarci intorno.

Proveremo a identificare, con la nostra solita leggera ironia, tutte le pedine europee – e non solo – che la Juventus ha identificato per ricominciare dopo il regno di Paul Pogba, tornato a Manchester lasciando sul tavolo un centinaio di milioni. Lo faremo, come necessario quando si tratta di giocatori, con l’aiuto delle valutazioni folli o “moderate” che ogni club dà ai gioielli di cui non vuole, non può o cerca di privarsi durante questa rovente sessione di mercato.

  • NEMANJA MATIC € 40.000.000

Giocatore possente e probabilmente il più vicino al gigante francese per caratteristiche fisico-tecniche, per sfortuna dei tifosi bianconeri Nemanja Matic è ritenuto una pedina fondamentale per il Chelsea tanto da Antonio Conte quanto da Roman Abramovich.

“Matic is an important player for me, a very important player. In my idea of football he is an important player and he knows this.”

Antonio Conte tradotto letteralmente dai colleghi inglesi

La differenza del serbo rispetto a Paul Pogba è probabilmente la minore prepotenza e leadership in campo; sebbene anche il nuovo giocatore del Manchester United a tratti abbia dimostrato qualche carenza di personalità – vedi inizio stagione dell’anno scorso, quando sembrava proprio non digerire i fischi dello Juventus Stadium – non sarebbe corretto definirlo un giocatore “silenzioso” in campo, cosa che Matic è decisamente in maniera maggiore.

Lo scontento centrocampista del Chelsea difficilmente sposta gli equilibri ma sicuramente spaventa gli avversari, non una cosa da poco e un buon punto di partenza. Ecco perché, senza ombra di dubbio, il primo nome sulla lista di Massimiliano Allegri inizia con la “M” e finisce con la “C”.

  • BLAISE MATUIDI €35.000.000

Anche il suo cognome inizia con la “M” però il profilo è sicuramente diverso: Blaise Matuidi del PSG è un abile recuperatore di palloni e fenomenale quando si tratta inserirsi fra le linee avversarie, concedendo tuttavia non pochi punti a favore di Pogba quando messo vicino al francese per misurarne l’altezza.

175 centimetri contro 191, un giocatore duttile ed agile contro un gigante implacabile, il gregario perfetto contro il padrone indiscusso del centrocampo.

Il presidente miliardario del Paris Saint-Germain Al Khelaifi è stato peraltro piuttosto chiaro, “Matuidi non si muoverà”, ecco che quindi la strada per il talento francese è inevitabilmente preceduta dal cartello di salita.

  • AXEL WITSEL € 25.000.000

Forse il profilo più “economico”, il centrocampista dagli occhi color ghiaccio e dai capelli misura extra-large potrebbe vestire la maglia bianconera sottovoce. Sebbene il nome di Witsel accompagni ogni sessione di calciomercato con la stessa costanza con cui Gonzalo Higuaìn ha segnato la scorsa stagione, il suo prezzo non è affatto quello di un giocatore in vendita ad un prezzo di favore; 18 sono i milioni che offrirebbe la Juventus, almeno 25 sono quelli richiesti dai ricchi e potenti russi dello Zenit San Pietroburgo, tanto abile a comprare non curante dei prezzi quanto fermo nelle richieste per le cessioni dei propri gioielli.

Una sola cosa è certa: Axel Witsel prenderebbe il primo volo per Torino, lo farebbe senza grandi problemi di stipendio e disposto a crescere in quella che sarebbe la sua prima vera avventura in una squadra di campioni affermati. Prima il Benfica e poi lo Zenit hanno consacrato un ragazzo cresciuto nello Standard Liegi fra applausi e qualche intervento a gamba tesa di troppo, ma il grande salto il centrocampista tuttofare belga deve ancora farlo.

A 27 anni potrebbe essere arrivato il momento giusto per guadagnare i milioni e vincere qualcosa di importante in Italia, anche se lo Zenit per lasciarlo andare ne chiede almeno 28, proprio come il suo numero di maglia L’Everton quei 28.000.000 di euro li pagherebbe domattina, ma lui continua a prendere tempo, la Juventus invece non accontenta gli azzurri di Russia ma è la prima scelta del belga: decidetevi e fateci andare in vacanza.

  • LUIZ GUSTAVO – € 20.000.000 

Eccolo, mancava giusto lui, il brasiliano più poliedrico del recente passato.

Di lui, di Luiz, si può dire praticamente tutto: agile, veloce, intelligente e uomo squadra, capace di gestire il centrocampo con calma ed esperienza, sbocciato definitivamente nel Bayern Monaco ma stregato dal progetto interessante e costosissimo del Wolfsburg.

La muraglia umana chiamata Andrea Barzagli, dopo l’esperienza in chiaroscuro con i biancoverdi, è diventata una colonna portante della Juventus che noi tutti conosciamo, quindi lunga vita a Luiz Gustavo.

Personalmente prenderei lui, ma un caporedattore non fa il mercato: spesso non lo fanno neanche gli allenatori, di cosa stiamo parlando.

STEFANO STURARO – FATTO IN CASA

Qualora non arrivassero i giocatori sulla lista bianconera, neanche un nome nuovo e di cui non si è ancora parlato, potrebbe trattarsi della vera sorpresa “fatta in casa”: il Genoa lo ha lasciato a malincuore, in Europa ha già dimostrato di sapere il fatto suo e potrebbe diventare il nuovo centrocampista tuttofare della Juventus sostenuto dal dinamismo di Marchisio e dalla classe di Miralem Pjanic.

Cercare il nuovo Pogba sarà difficile, probabilmente impossibile, ma chi ha vinto negli ultimi anni lo ha fatto senza un giocatore come lui. In finale di Champions League è arrivato chi ci ha creduto di più, chi ha avuto più fortuna e grinta, non sempre la squadra più forte sulla carta.

A proposito di carta, lo spazio a disposizione sta finendo, quindi lasciamo spazio alla vostra immaginazione: sarà Matic, Matuidi, Witsel, un ipotetico e sconosciuto Mister X, Luiz Gustavo o magari proprio Sturaro?

Le vie del mercato sono infinite, basta percorrere quelle giuste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *