Invisibili: Pablo Piatti

Il duende non sta nella gola; il duende sale interiormente dalla pianta dei piedi Secondo il sublime poeta Federico García Lorca il Duende costituiva una forza, un’energia speciale, il talento artistico che caratterizza i geni in qualsivoglia campo essi operino. Una sorta di fuoco interiore appartenente solo ai grandissimi. Probabilmente il soprannome Duende a Pablo Piatti è…

Leggi
Invisibili: Manuel Trigueros

Tutte le belle favole hanno sempre il proprio inizio in un luogo mistico, fantastico, ai limiti del surreale. Catapultate questa storia nel mondo Villarreal ed il tutto può iniziare a delinearsi. Anno 2012, una squadra dalle lucenti maglie gialle che stava facendo fuoco e fiamme in Spagna ed in Europa da anni si ritrova catapultata…

Leggi
Invisibili: Mahmoud Dahoud

Stretta tra l’orgoglio curdo e l’inferno che tutto intorno fa muovere i granelli di sabbia del deserto siriano, in un luogo dove il grano è talmente pregiato che ai produttori è stato imposto di venderlo solo allo Stato, si estende una penisola ardente di sangue e di terrore. Amuda è solo uno dei tanti nomi di…

Leggi
Storie: nuvole bianche

Premessa: chi ha cercato di ripercorrere le gesta del grande Leeds non ha avuto la fortuna di seguirlo dal vivo, pertanto spera di riuscire a riprodurre un breve ma efficace quadretto bucolico della squadra che fece sognare una città intera con la sola forza dell’immaginazione e servendosi di fonti appropriate. Leeds, 9 Maggio 2001 “Il sogno…

Leggi
Invisibili: Jorge Resurrección Merodio “Koke”

Nel calcio di oggi, per essere conosciuti, rispettati e chiacchierati, non basta giocare bene la domenica. Numeri, statistiche e dati devono accompagnare necessariamente la settimana di un giocatore, come se non fossimo più capaci di apprezzare chi agisce nell’ombra. Nel calcio di oggi vale più un gol che un salvataggio in scivolata, è meglio una foto…

Leggi
Essere Fàbregas

Premessa: il pezzo che state leggendo nasce da un dialogo, nonché dall’intenzione di dimostrare a qualcuno qualcosa di cui si è fortemente convinti. Nasce dallo sdegno immediato provato al sentir affermare che “Fabregas non è un buon centrocampista, nel senso che è sopravvalutato”, e dalla volontà di fare da scudo ad un calciatore che, a livello personale, sta attraversando negli…

Leggi
Invisibili: Jordan Henderson

O Capitano! Mio Capitano!, scriveva in versi un allora 46enne Wal Withman per commemorare il defunto Abraham Lincoln con un testo atto a glorificarne l’immagine del ricordo. Un testo che, nel corso degli anni, è stato reso ancor più celebre di quanto già non fosse grazie ad un Film, L’attimo Fuggente, in grado di interpretare ai…

Leggi
Seconda pelle: per esser di Firenze vanto e gloria

La cultura rinascimentale, i monumenti incantevoli che pervadono ogni angolo del centro storico, gli storici ponti che attraversano quell’Arno che fa da specchio a cotanta bellezza ma che negli anni è stato simbolo di distruzione e catastrofi, il Piazzale Michelangelo e le dolci colline che fanno da terrazza sul portamento orgoglioso di un popolo. Difficilmente…

Leggi
Storie: Sandro Ciotti, la voce del calcio

“La Radiocronaca è un esercizio che rimane più alto della telecronaca. E’ come una splendida amante che però va rispettata come se fosse una moglie. Un esaltante modo di comunicare, in diretta, a milioni di ascoltatori che pendono dalle tue labbra. Ma obbliga ad un’attenzione feroce.” Sandro Ciotti 5 Maggio 1963 L’Italia si lasciava alle spalle…

Leggi